L’Inter riflette, Handanovic “può saltarne 8”. Viviano non boccia Padelli: ecco il piano

L’Inter riflette, Handanovic “può saltarne 8”. Viviano non boccia Padelli: ecco il piano

Il capitano dell’Inter dovrà stare fuori ancora per l’infrazione al dito, il club nerazzurro si vuole tutelare e pensa concretamente allo svincolato

di Andrea Della Sala, @dellas8427

L’Inter sta discutendo sul possibile arrivo del portiere svincolato Emiliano Viviano. Ieri il giocatore ha sostenuto le visite mediche, nelle prossime ore verrà presa una decisione in merito.

“Emiliano Viviano è la possibile soluzione d’emergenza al “problema portiere”. Possibile, perché Viviano ha fatto le visite mediche ed è stato ad Appiano, ma l’Inter non ha ancora deciso se tesserarlo. Problema portiere, perché sì, l’Inter ha un problema fra i pali. Handanovic non è pronto, non lo sarà per la Lazio e tantomeno, ovviamente, per la Coppa Italia.

Il tutore non basta, l’idea di recuperarlo per il derby era a metà fra la speranza e la pretattica. I tempi si allungano, o meglio si uniformano a quelli classici per una “infrazione ossea” di un dito, anche se il mignolo, per un portiere. L’iter “normale” prevede sempre di almeno un mese di stop. In casa Inter sperano ancora di accorciarli, ma prudenza e calendario affollato (8 gare che possono diventare 9 nel prossimo mese) invitano a correre ai ripari”, spiega La Gazzetta dello Sport.

“La prestazione di Padelli di domenica sera, non completamente convincente, ha influito fino a un certo punto. Anche se l’ex-Toro avesse fatto i miracoli, probabilmente il telefono del 34enne Emiliano, svincolato da fine settembre, avrebbe squillato comunque. Tommaso Berni ha scontato la squalifica, torna a disposizione da domani, ma non gioca una gara ufficiale dall’ottobre 2012. Oltre sette anni senza giocare renderebbero il ricorso al 36enne Tommaso un “salto nel buio”.

Berni è utile nello spogliatoio e in allenamento, ma non dà le necessarie certezze in versione “agonistica”. Dietro a quei due resta Filip Stankovic, figlio d’arte, ragazzo di talento e carattere, ma pur sempre un diciassettenne senza alcuna esperienza: lanciarlo titolare, anche in situazione di emergenza, nel bel mezzo di una corsa scudetto non sembra una soluzione saggia. Insomma, Padelli è “senza rete” e il club sta pensando a Viviano come possibile assicurazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy