Mancini: “Troppe partite? Forse si potevano eliminare le amichevoli. A novembre non tutti…”

Il ct della nazionale italina nella conferenza stampa alla vigilia della gara di Nations League con l’Olanda.

di Redazione1908

“Può capitare a tutti di essere positivi, i calciatori poi hanno i bambini piccoli, che vanno a scuola. A novembre qualcuno potrebbe non venire per questo motivo, ma spero possano esserci senza problemi”. Roberto Mancini, ct della Nazionale, non nega che la situazione delicata per il Covid sia un pensiero. Non abbiamo vissuto una giornata pazzesca, è stato normale, avremmo dovuto fare allenamento alle 17-18, lo facciamo alle 20. Abbiamo fatto un tampone al giorno, speriamo sia un falso positivo. Un po’ di distrazione ce lo dà”.

La formazione anti-Olanda: “Chiariamo le cose, abbiamo un gruppo di ragazzi, sono stati bravissimi. Tutti si meritano di giocare, ho anche rispetto per i calciatori, bisogna avere rispetto, pensando che poi non andranno nemmeno in vacanza. Quindi devo anche salvaguardarli un attimo. Se ho tre partite ne faccio fare una per uno. Domani tocca a Immobile. Se ci saranno altri cambi? Rientrerà Giorgio, poi ci saranno quattro o cinque cambi”.

Troppi impegni? “Troppe partite in questo periodo con l’emergenza Covid-19? Forse si potevano eliminare le due amichevoli. Poi chi decide queste cose avrà dei motivi giusti per farlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy