FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

La moglie di Zenga: “Non è un padre distaccato. Non serviva andare in tv per chiarire”

La signora Raluca è intervenuta in difesa dell'ex portiere nerazzurro per spiegare che con i suoi figli ha fatto tanti tentativi

Eva A. Provenzano

Questa sera a Live non è la D'Urso è stato concesso grande spazio alla storia di Walter Zenga e dei suoi figli. L'ex portiere dell'Inter è tornato a Dubai dove vive con i suoi figli più piccoli e la moglie Raluca. La loro storia sembrava finita ma i due stanno ancora insieme, come ha raccontato lo stesso allenatore in tv. In collegamento, durante il programma di Barbara D'Urso, c'era proprio la terza moglie dell'ex nerazzurro. «Non volevo intervenire perché si parla di cose che riguardano mio marito in un momento della sua vita nel quale io non c'ero. Ma mi sembra ingiusto che l'opinione pubblica pensi che Walter non sia un buon padre o una persona fredda e distaccata che non cura i figli. Per quello dico la mia, con i nostri due figli lui è un papà meraviglioso, sempre presente. Anzi fastidioso per quanto è iper presente. Io sto con Walter dal 2003 e mi ricordo tutti gli inviti che ci sono stati. Io non avevo figli e Nicolò e Andrea sono stati qui, negli Emirati, li abbiamo portati un po' in giro. Non avevo esperienza da mamma, ma ci siamo divertiti. Erano piccoli ma potevano viaggiare. Poi negli anni successivi li ha sempre invitati a venire da noi. La nostra casa è sempre stata aperta e io li volevo qua». 

 Mediaset

Tanti tentativi

«Quando ci siamo sposati in Chiesa e abbiamo battezzato Samira, avevamo invitato Nic e Andrea in Romania per fargli conoscere anche la mia famiglia. Ma Andrea rifiutò. Non so perché. Nicolò è arrivato e Andrea no. Parliamo del 2010. Walter provava sempre ad invitarli. Ci siamo sposati in Transilvania, sarebbe stata una bella occasione per stare tutti insieme. Samira era piccolina, aveva sei mesi. Andrea poteva venirci incontro e rifiutò. Quando è nato Walter Jr, lo abbiamo invitato a Bucarest e anche lì non c'è stata risposta. Delle occasioni ci sono state, non è giusto dire che Walter non abbia provato a coinvolgere i figli o a tenere la famiglia insieme. Da parte nostra la disponibilità c'è sempre stata. Il mondo on line è terribile, arrivano insulti brutti anche ai nostri figli piccoli. Non mi sarei intromessa. Ma mi sono sentita offesa: Walter non merita questo. Sono adulti e potevano risolvere queste cose in privato e non al Grande Fratello. Usano il cognome Zenga? Anche io ho quel cognome ma non appartengo al mondo dello spettacolo, sono intervenuta solo per difendere Walter come papà. Ti fa comodo avere l'immagine del figlio triste che ha problemi col papà. So che c'è stata l'assenza, ma Walter ha sempre fatto dai tentativi. Non si è mai dimenticato dei figli grandi, non funziona così nel cuore delle persone. Il bene si divide ma si moltiplica per quanti figli si hanno», ha spiegato.

(Fonte: Canale 5)

tutte le notizie di

Potresti esserti perso