FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Inter, Conte: “Situazione societaria? Sapevo da agosto. Favoriti? Se potevamo fare il mercato…”

L'allenatore nerazzurro ha parlato alla fine della sfida contro i bianconeri

Eva A. Provenzano

Antonio Conte, alla fine della partita contro la Juventus ha parlato ai microfoni di Skysport e ha ribadito il concetto del gap non ancora colmato con i bianconeri. Ma ha fatto i complimenti ai suoi ragazzi e si è detto contento per aver vinto contro i bianconeri per la prima volta in carriera. Queste le parole dell'allenatore nerazzurro:

«Per vincere contro la Juve, che è per tutte le squadre italiane un parametro importante, devi fare una partita che sfiora la perfezione. Abbiamo fatto una buona partita al di là del risultato. La soddisfazione è che le cose che sapevamo potevano fare male alla Juve si sono trovate azzeccate. I ragazzi hanno fatto la partita che avevamo preparato. Sono partite che ti devono dare autostima, che ti fanno capire che è la strada giusta. Che stanno arrivando i frutti. Era una gara importante. I ragazzi sapevano per noi che era un punto di riferimento la Juve che per nove anni ha vinto e ha lavorato bene. Esiste sempre un gap rispetto all'Inter e nei confronti di altre squadre, ma tutte stanno lavorando per recuperare questo gap».

-Quanto è difficile non pensare alla situazione societaria? 

Quello che ho visto questa sera in campo è un'Inter credibile e questa è una soddisfazione per me dopo un anno e mezzo di lavoro. L'Inter ha trovato la sua credibilità a livello nazionale e internazionale perché non giochi la finale se non hai meritato. L'eliminazione in CL è stato un neo che ci portiamo dietro e sempre perché potevamo fare di più. Bastava un gol per superare il turno. Ma anche dalle delusioni e dalle ferite bisogna alzarsi e bisogna migliorarsi perché non avvenga quello che è avvenuto in CL. Il discorso società non possiamo dire che non ci interessi, sarebbe una bugia da parte di tutti. Ma sono stato chiaro con chi lavora con noi: dobbiamo lavorare, dobbiamo rendere orgogliosi i tifosi, cercare di fare del nostro meglio e poi vediamo. Mi auguro che la situazione si potesse risolvere nel migliore dei modi. Già da agosto sapevo che c'erano delle problematiche, le abbiamo affrontante, ci sono anche adesso. Speriamo per il meglio per l'Inter. 

-La sicurezza dell'Inter da cosa è data? Non sono serviti i gol degli attaccanti oggi, ma servono tanto...

I gol degli attaccanti non ci sono stati per sfortuna. Le occasioni Lautaro e Romelu le hanno avute. Creiamo tanto. Spesso e volentieri non siamo freddi sotto porta. Non abbiamo l'istinto del killer, servono 3-4 chance ma portiamo tanti giocatori alla conclusione con gli inserimenti di esterni e centrocampisti e possono segnare anche i difensori. Creiamo tanto. Sono contento. Non sono preoccupato da quello che si fa campo perché il lavoro c'è e si vede. Sul discorso della mentalità abbiamo parlato alla vigilia. Dobbiamo imparare a sentire il sangue, sono partite nelle quali devi ammazzare l'avversario, come avevano fatto con noi loro l'anno scorso. Oggi buona risposta dei miei. Siamo all'inizio e servono conferme ma devo essere contento perché non avevo mai vinto da avversario della Juve, avevo sempre preso batoste e anche meritate. 

Getty Images

-Non pensi che il gap con la Juve si sia ridotto? 

I cicli finiscono se non ti rinnovi. La Juve è stata brava a rinnovarsi e a mantenere la sua ossatura. hanno una visione, c'è gente competente che vede e molto dipende dalla competenza di un club se si vuole continuare a vincere. Hanno fatto una cosa incredibile, gli va dato merito. Detto questo per me il gap c'è ancora, ma non solo nei confronti dell'Inter, ma nei confronti di tutte le altre squadre italiane che stanno cercando di avvicinarsi. Ho grande rispetto per la Juve. Se lo sono meritato sul campo. Gap a vantaggio? Una rondine non fa primavera si dice a casa mia. Vincere contro la Juventus di Ronaldo deve darti consapevolezza che la strada intrapresa è quella giusta. Stiamo lavorando e migliorando. Certo se saremo favoriti, immaginate se avessimo potuto fare il mercato ad agosto, saremmo stra-favoriti adesso, ecco.

(Fonte: Sky)

tutte le notizie di

Potresti esserti perso