FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Inter, panchina d’oro e Frattesi uomo copertina: cosa c’è dietro uno dei segreti di Inzaghi

Inter, panchina d’oro e Frattesi uomo copertina: cosa c’è dietro uno dei segreti di Inzaghi - immagine 1
Davide Frattesi si è preso la scena a San Siro sabato, con un gol da 3 punti per la sua Inter: ora vuole più spazio dall'inizio
Inter, panchina d’oro e Frattesi uomo copertina: cosa c’è dietro uno dei segreti di Inzaghi- immagine 2

Davide Frattesi si è preso la scena a San Siro sabato, con un gol da 3 punti per la sua Inter. Scalpitava prima del match per avere più spazio e dopo la rete che ha deciso la gara col Verona ha ancora più voglia di giocare dal 1'.

"Il manifesto vivente di una panchina d’oro non può che avere anche Davide Frattesi in copertina. Una fonte di qualità in più, pronta all’uso, soprattutto quando Simone Inzaghi deve pescare tra i sostituti per provare a cambiare le sorti di una partita o difendere un risultato. Il gol da tre punti contro il Verona è solo l’ultimo esempio di una soluzione vincente, da cui l’Inter aveva già tratto beneficio nel corso della stagione tra l’assist decisivo (per Lautaro) in Champions contro la Real Sociedad e il gol che aveva arrotondato il pokerissimo nel derby stravinto contro il Milan.


Inter, panchina d’oro e Frattesi uomo copertina: cosa c’è dietro uno dei segreti di Inzaghi- immagine 3

Frattesi scalpita

—  

L’ex Sassuolo scalpita per avere più spazio a disposizione, in campionato è partito titolare soltanto una volta, ma in rosa è chiuso da un trio inossidabile - Mkhitaryan, Calhanoglu e Barella - a cui Inzaghi difficilmente rinuncia. L’allenatore, però, sa che può lanciare Frattesi nella mischia in qualsiasi momento, visto che il centrocampista da subentrato ha fatto male tanto quanto un totem come Lautaro quando è stato inserito a gara in corso. Come sempre il Toro porta l’esempio per tutti i compagni, avendo siglato 4 reti in 27’ a Salerno e quella decisiva a Salisburgo nel finale dopo essere partito dalla panchina.  

Inter, panchina d’oro e Frattesi uomo copertina: cosa c’è dietro uno dei segreti di Inzaghi- immagine 4

Panchina d'oro

—  

In una stagione fitta di impegni e in cui a volte gli infortuni hanno condotto a scelte forzate in tutti i reparti, il peso specifico delle riserve è risultato decisivo per il primato in campionato e la qualificazione con due turni d’anticipo in Champions. Se Lautaro e Frattesi hanno contribuito con i gol, diversi sono stati gli assist sfornati dai subentrati come Arnautovic (contro il Monza), Cuadrado (Fiorentina e Napoli), Dumfries (Torino) e Dimarco (Bologna in Coppa Italia). Via via l'apporto della panchina nerazzurra è diventato una costante e allo stesso tempo una variabile a cui fare ricorso, cambiando lo spartito nelle zone chiave come gli esterni o il centrocampo.

Escludendo l’impiego limitato - per ragioni distinte - dei vari Cuadrado, Klaassen e Sensi, l’allenatore ha dato fondo a tutta la rosa a disposizione con l’obiettivo di avere una doppia alternativa in ogni ruolo. Una fetta di titolo d’inverno è riconducibile anche a questa scelta e da Monza in poi sarà arruolabile anche l'ultimo arrivato, Tajon Buchanan, che potrà sia far rifiatare Dumfries sia colmare il vuoto apertosi per i guai fisici di Cuadrado", si legge.

tutte le notizie di

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Inter senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con FC Inter 1908 per scoprire tutte le news di giornata sui nerazzurri in campionato e in Europa.