Mancini: “Bastoni? Tre partite in crescendo, può diventare il nuovo Chiellini o Bonucci”

Il ct della Nazionale Roberto Mancini ha parlato, da casa per via della positività al Covid, dopo la vittoria dell’Italia sulla Bosnia per 2-0

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Il ct della Nazionale Roberto Mancini ha parlato, da casa per via della positività al Covid, dopo la vittoria dell’Italia sulla Bosnia per 2-0:

“Nella fase finale della Nations League abbiamo buone possibilità di fare bella figura. Dobbiamo ringraziare tutti i ragazzi che hanno contribuito ad arrivare a questo punto. Abbiamo ragazzi giovani molto bravi, bisogna farli giocare anche se all’inizio hanno difficoltà. Ce ne sono tanti, i settori giovanili sono fondamentali. Investitura per Bastoni? Ragazzo giovane, questa settimana ha fatto 3 partite in 10 giorni giocando sempre meglio. Molto giovane, può migliorare tantissimo, può diventare il nuovo Chiellini o il nuovo Bonucci. Ce ne sono altri nell’Under 21, nelle giovanili, devono solo giocare. Gli allenatori ultimamente fanno giocare più i giovani, continuare a farlo può essere importante per i club. Negli ultimi 4-5 mesi sono usciti altri giocatori, giovani che stanno facendo molto bene. Quando dovremo sceglierne 23 sarà un bel problema. Oggi ne sono rimasti a casa tanti: Pellegrini, Verratti, Cristante, Sensi… Il calcio è cambiato e ora devi avere una certa mentalità, uno stile di gioco da grande squadra, anche se a volti ti esponi a dei rischi. Ci fa piacere esere testa di serie dei Mondiali, dopo questa vittoria forse saremo al sesto posto del ranking. Covid? La mia era solo una vignetta. Il mio dispiacere è che la Nazionale gioca così bene e non possa essere seguita. Tutto quanto successo è un dispiacere, abbiamo perso tante persone”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy