Cassano: “L’Inter non è una grande squadra, ieri ho cambiato canale. Se sarà scudetto, dirò che…”

Il pensiero di Cassano sull’Inter

di Matteo Pifferi, @Pifferii

Intervenuto alla BoboTV, Antonio Cassano ha parlato così di Inter dopo la vittoria contro lo Spezia:

“Non è una grande squadra, anche con lo Spezia lo ha dimostrato. Può anche far 50 vittorie, se l’Inter vince lo scudetto giocando così, dirò: “L’Inter ha vinto lo scudetto giocando di merda, che significa?”. Io voglio giocare con un’idea, essere una squadra d’attacco. Sono nato così, voglio andare avanti così. Non si può vedere Inter-Spezia, ho cambiato canale. Non so come si sarebbe messa la partita senza l’errore di Provedel. Conte, escluso i tre anni con Pirlo, che Conte non voleva, non ha mai giocato bene. A lui importa il risultato, l’intensità, l’aggressività e basta. Non sento parlare di qualità di gioco, Conte è ripetitivo nel modo in cui gioca. Sempre le solite cose, il calcio per vincere e divertire la gente non è questo. Io sono interista, mi auguro che vinca lo scudetto ma i risultati arrivano con la qualità”.

GIOCO – “Kaiserslautern e Leicester hanno anche vinto lo scudetto, bravi, restano nella storia ma così non va. Tra Inter e Atalanta mi guardo una partita dell’Atalanta, giocano bene, con coraggio. L’Inter può anche vincere ma bisogna analizzare le partite, quante partite ha fatto bene l’Inter su 70 partite? 10? L’Inter è obbligata a giocare bene con i giocatori che ha, oggi è una delle 2/3 più forti in Italia, è obbligata a giocare bene. Se giochi bene, arrivano i risultati. Questo non è calcio, Conte la sta facendo giocare così male. Il Crotone gioca meglio, il Verona gioca meglio, il 90% di Serie A gioca meglio dell’Inter. Non speculare, la solidità mettila nel culo (a Ventola, ndr)”.

Vieri, poi, aggiunge: “L’Inter è avanti al Napoli, è più squadra per i giocatori che ha preso. Ci sono giocatori come Eriksen e Nainggolan che non giocano, hanno preso giocatori importanti.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy