Pellizzari: “Inter, ci sono tre interrogativi. Che cosa succede a Skriniar? E perché Eriksen…”

Pellizzari: “Inter, ci sono tre interrogativi. Che cosa succede a Skriniar? E perché Eriksen…”

Il giornalista di Corriere.it prova a fare il punto sul delicato momento dell’Inter

di Redazione1908

Padelli

Tommaso Pellizzari, giornalista del Corriere.it, ha cercato di fotografare il momento delicato che sta attraversando l’Inter. Su cosa può e deve lavorare Antonio Conte? Anche la difesa sta registrando una fase delicata, con incertezze ed errori. E non solo perché la porta non è al momento difesa da Samir Handanovic. Secondo Pellizzari è necessario non ignorare il campanello d’allarme, che è già suonato in occasione del primo tempo contro il Milan. E poi l’utilizzo di Christian Eriksen: Conte dovrebbe impiegarlo maggiormente?

“Padelli ha un diverso modo di interpretare il ruolo. La sensazione è che l’ex portiere del Torino tenda a uscire molto più del suo compagno di squadra e capitano. Statisticamente non vuol dire moltissimo, ma in ogni caso nelle 4 partite giocate Padelli ha una media di 1,3 uscite a partita, contro l’1 di Handanovic. E, di nuovo, più che la qualità delle uscite il punto è la tendenza a utilizzarle. Cosa alla quale i compagni di reparto non sembrano essere abituati: e infatti sono frequenti i casi in cui difensori e portiere si disturbano a vicenda come nell’azione da cui è nato il rigore per la Lazio (rendendo molto pesante quello 0,3 di differenza nella media). Basterà chiamarsi la palla a voce un po’ più alta?”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy