Conte: “Col Ludogorets si riparte dallo 0-0. Partite a porte chiuse? Pubblico manca, ma…”

Conte: “Col Ludogorets si riparte dallo 0-0. Partite a porte chiuse? Pubblico manca, ma…”

Il tecnico nerazzurro ha parlato ai microfoni di Skysport alla vigilia della gara contro i bulgari valida per i sedicesimi di Europa League

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

«Innanzitutto l’importante è la qualificazione. E’ la cosa più importante andare agli ottavi in EL. Tutte le gare nascondono delle insidie. Tutte le partite però cominciano zero a zero e dobbiamo fare una bella gara per vincerla». Questo è quanto ha detto Antonio Conte alla vigilia della gara con il Ludogorets.

-Questa è una gara che consente anche di trovare risposte su alcuni giocatori come Sanchez ed Eriksen? 

Sono partite che sono ulteriori test per capire da un punto di vista fisico e tattico come stanno giocatori in ritardo. Sia Sanchez, per infortunio, che Eriksen – arrivato da poche settimane – stanno entrando sempre di più in quello che vogliamo, sia nella fase offensiva che difensiva. E serve a vedere che tipo di condizione fisica hanno raggiunto.

-Quanto si è lavorato sull’aspetto per essere focalizzati sull’impegno di domani e non su Juve e Napoli? 

Eravamo concentrati sulla gara con la Samp e il rinvio ha cambiato un po’ di situazioni. Ma al tempo stesso ci siamo allenati e ci stiamo preparati per continuare questo ciclo di partite che ci vedrà impegnati. Alla fine di questo ciclo di partite vedremo che cosa l’Inter potrà dire ecco. 

-Partite a porte chiuse? 

Penso che giocare a porte chiuse non sia bello sicuramente. Perché lo spettacolo è importante e il calcio ha bisogno del pubblico e di sentire attorno tutta l’atmosfera, è la cosa più bella che c’è attorno al calcio giocato. Detto questo ci rimettiamo a decisioni prese per ordine sanitario. Mi auguro che, quanto prima, torni tutto alla normalità. 

-E’ un momento di quelli che può dire qualcosa sulle vostre ambizioni? 

E’ una fase di questa stagione e come tutte le fasi che affronti in base ai risultati determina l’andamento della stagione. L’ho detto all’inizio di questo ciclo che sarebbe stato tosto e poi vedremo che ambizioni possiamo avere, in che posizione saremo e che tipo di situazione andremo ad affrontare.

-Recupero Handanovic per la Juve?

Sinceramente è una domanda alla quale oggi non so rispondere. Non so, ecco.

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy