Inter, Zhang vuole la linea verde: Bastoni il simbolo, Kumbulla nel mirino. E ora Skriniar…

Inter, Zhang vuole la linea verde: Bastoni il simbolo, Kumbulla nel mirino. E ora Skriniar…

Suning vuole un’Inter giovane e vincente e punta su un mix di esperienza e freschezza che può riportare il club nerazzurro al top

di Andrea Della Sala, @dellas8427

L’obiettivo di Suning è quello di riportare l’Inter nell’elite del calcio mondiale e per riuscirci è disposta a investire per essere al top nel giro di un paio d’anni. Nei piani di Zhang c’è senza dubbio la vittoria, ma per farlo vuole un progetto giovane e vincente: “valorizzare al meglio il proprio vivaio, costruendosi i talenti del futuro in casa, oppure andando a prenderli prima degli altri. Insomma, mai più casi Zaniolo da queste parti, perché quella ferita ancora brucia in casa Inter. E fiducia ai giovani, come successo con Sebastiano Esposito, considerato la quinta punta della rosa sin dall’inizio della stagione”, spiega La Gazzetta dello Sport.

BASTONI – Steven Zhang ha scelto la linea verde, abbinata ad alcuni top player che con la loro esperienza permettano la crescita dei più giovani. “Il simbolo del nuovo corso è Alessandro Bastoni. Un investimento da 31,1 milioni che due anni dopo si è trasformato in miniera d’oro. L’ex Atalanta, dopo un anno in prestito al Parma, è rientrato all’Inter in punta di piedi ma in pochi mesi ha ribaltato gerarchie e scenari futuri. Scalzando Godin (può partire in estate) nell’undici titolare e permettendo all’Inter di cambiare le strategie di mercato. L’esplosione di Bastoni rende oggi meno incedibile Skriniar. Sullo slovacco ci sono le big d’Europa e di fronte a un’offerta indecente l’Inter ci penserebbe bene prima di dire no”.

MERCATO“Anche per questo Marotta e Ausilio hanno provato a bloccare a gennaio Kumbulla del Verona, classe 2000 e rivelazione del campionato. Il ragazzo ha rifiutato il Napoli e in Italia sceglierebbe l’Inter, il problema ora è la corte di diversi club stranieri che potrebbe far lievitare il prezzo del cartellino sui 30 milioni. Ma l’Inter gioca su più tavoli e per bocca del vice presidente Javier Zanetti è arrivata la conferma dell’interesse per Martinez Quarta del River Plate.

Due difensori giovani nel mirino, col Primavera Lorenzo Pirola che cresce già agli ordini di Conte e potrebbe rivelarsi utile dal prossimo anno, come l’uruguaiano Martin Satriano, classe 2001, preso a gennaio dal Nacional e per molti destinato a diventare il nuovo Luis Suarez. Sullo sfondo resta forte il gradimento per Tonali, 2000 del Brescia: talento e personalità perfetti per la nuova linea. Che sarà verde, ma dovrà essere anche vincente”, rivela La Gazzetta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy