Inter, nuovo colpo a parametro zero: è fatta per Sarr, accordo a un passo. Ora Kumbulla…

Scatto decisivo per il difensore francese del Nizza

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Malang Sarr, Nizza

Prosegue la campagna di rafforzamento dell’Inter: secondo Tuttosport, la dirigenza nerazzurra avrebbe messo le mani su Malang Sarr, difensore centrale francese classe ’99, in scadenza di contratto con il Nizza.

L’Inter ha in pugno Malang Sarr, 21enne difensore centrale sinistro del Nizza, giocatore da tempo nel mirino degli osservatori nerazzurri e promosso a pieni voti nelle relazioni stilate per chi dirige l’area tecnica. A rendere appetibile l’affare, il fatto che il ragazzo si svincolerà il 30 giugno. Di questo Beppe Marotta e Piero Ausilio hanno parlato in un vertice andato in scena giovedì con Federico Pastorello“.

CHI È – “Sarr è un profilo ben conosciuto da Ausilio e Dario Baccin: prima dello stop aveva sommato 19 presenze in campionato a Nizza, 16 delle quali da titolare, a cui va aggiunta tutta la trafila fatta nelle rappresentative giovanili francesi (ora è protagonista in Under 21 con cui ha collezionato 6 presenze). Sarr è poi mancino di piede (in rosa, al momento, l’Inter ne ha soltanto uno, ovvero Alessandro Bastoni) e, all’occorrenza – in una difesa a quattro – ha giocato pure da terzino sinistro: l’ideale per il sistema di Antonio Conte che predilige avere almeno un centrale “adattato” per rendere più fluido il giro palla“.

ACCORDO – “Per Sarr sarebbe pronto un contratto di quattro anni: i parametri dell’operazione, sono senz’altro più interessanti rispetto a quelli che portano a un altro svincolato da tempo nel mirino del club, ovvero Jan Vertonghen (su cui c’è pure la Roma). Questo perché, a differenza del belga – che ha 33 anni e sarebbe impossibile rivendere – Sarr, come sottolineato, può in futuro generare una pesantissima plusvalenza da mettere a bilancio“.

PIANO KUMBULLA – “L’arrivo di Sarr permetterebbe altresì all’Inter di mantenere la promessa fatta con Maurizio Setti, presidente del Verona, circa l’opportunità di acquistare Marash Kumbulla ma lasciarlo per un’altra stagione a maturare alla corte di Ivan Juric che – fatto per nulla trascurabile – adotta lo stesso sistema difensivo utilizzato da Conte. Un jolly che l’Inter si è giocata per anticipare la concorrenza di Juve e Lazio dopo che il Verona ha fissato in 28 milioni più 7 di bonus il prezzo per il cartellino del ragazzo. Marotta, tra l’altro può mettere sul piatto pure il riscatto di Dimarco e il cartellino di Salcedo, entrambi già protagonisti a Verona“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy