Attacco, l’Inter attende occasioni: Eder pista più semplice, ma non si escludono sorprese

La dirigenza nerazzurra non ha fretta

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Il mercato di gennaio dell’Inter si preannuncia particolarmente difficile, fra ristrettezze economiche e obiettivi complicati da raggiungere. Tuttavia la dirigenza nerazzurra è al lavoro per trovare, come prima cosa, un attaccante che posa rinforzare il reparto offensivo a disposizione di Antonio Conte: l’imperativo, secondo Tuttosport, è “niente fretta”. I vertici interisti attendono l’occasione giusta, fermo restando che prima bisogna trovare una sistemazione ad Andrea Pinamonti.

Getty Images

OCCASIONI – “L’Inter confida che qualcosa si muova nell’ultimo terzo di gennaio e per questo non sta approfondendo molti discorsi. Quella che porta a Eder, in scadenza di contratto e in uscita dallo Jiangsu, rimane però il più semplice da seguire. L’oriundo vuole tornare in Italia e ha dato la disponibilità a un ritorno in nerazzurro dove ritroverebbe Conte, suo allenatore in nazionale agli Europei del 2016. Chiaramente non sarebbe una prima punta (un alter ego di Lukaku), ma probabilmente potrebbe garantire un apporto più concreto di Pinamonti“.

Getty Images

ALTERNATIVE – “La pista Gervinho, col ritorno di D’Aversa a Parma, rischia invece di complicarsi ulteriormente, così come rimane in salita la strada per il Papu Gomez (l’Atalanta chiede ancora tanti soldi e l’incastro con dei giovani non è semplice, senza dimenticare la folta concorrenza). Pellé continua a essere un nome al momento non preso in considerazione, ma da qui al primo febbraio chissà che non possano cambiare idee e progetti. Per giugno, se non si accaserà prima e non chiuderà accordi con altri club, un obiettivo per l’attacco rimane Milik“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy