Inter, una squadra intera in partenza: da Brozovic a Eriksen e Perisic, i nomi. Ma le offerte…

Il club nerazzurro lavora in uscita e deve risolvere la situazione dei tanti elementi della rosa fuori dal progetto tecnico

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Quasi una squadra al completo in partenza. Dopo aver salutato i portieri, con Berni in scadenza e i prestiti di Brazao (Real Oviedo) e Di Gregorio (Monza), prosegue la missione di Marotta e Ausilio, che devono piazzare molti giocatori di movimento. Una formazione intera, come dicevamo.

Come riferisce Tuttosport, si parte dalla difesa con il terzetto Godin-Ranocchia-Asamoah; sulle fasce Candreva e Dalbert, mentre a centrocampo Vecino e Joao Mario, con Brozovic inserito in questa particolare lista per finanziare il grande colpo in entrata, Kanté. Sulla trequarti Christian Eriksen, mai entrato pienamente negli schemi di Antonio Conte, e Perisic prima punta. Senza dimenticare Nainggolan, reduce dall’esperienza in prestito nella passata stagione in quel Cagliari che vorrebbe riportarlo indietro, nonostante la volontà del belga di riscattarsi in maglia nerazzurra.

Al momento però, mancano le offerte con la dirigenza nerazzurra che continua a lavorare per sistemare i calciatori fuori dal progetto tecnico. Il quotidiano spiega che per Godin l’Inter ha fatto il massimo fra buonuscita, mensilità pagate e cartellino a zero, ma continua a mancare l’accordo tra il calciatore e il Cagliari. Per Ranocchia e Asamoah potrebbe esserci la rescissione, mentre sempre in difesa il club nerazzurro vorrebbe tenere Skriniar ma in caso di offerta da 50 milioni del PSG la situazione potrebbe cambiare. Pastorello, agente di Candreva e Joao Mario, è alla ricerca di una soluzione per i suoi due assistiti. Per Vecino invece i sondaggi sono tutti per la formula del prestito con diritto di riscatto. Nulla di concreto in ballo per Dalbert, mentre l’Inter confida molto nei croati: Brozovic e Perisic hanno mercato ma al momento non sono arrivate proposte interessanti. Infine Eriksen: la società non vorrebbe perderlo, ma con una proposto inferiore ai 40 milioni di euro non direbbe di no a una sua cessione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy