VIDEO FCIN1908 / Cambiasso: “Lautaro, mentalità per fare qualcosa in più. Messi all’Inter…”

L’ex centrocampista ha risposto alle domande dei giornalisti a margine dell’evento sugli argentini del Festival dello Sport

Dopo l’intervista sul palco del Festival dello Sport, Esteban Cambiasso si è intrattenuto con i giornalisti ai quali è stato aperto l’evento. Tra di loro l’inviata di FCINTER1908.IT. Ecco cosa ha risposto l’ex centrocampista nerazzurro:

Ti aspetti che il Papu possa essere protagonista della Nazionale?

“Il percorso è appena iniziato, il Papu è un giocatore che sta facendo vedere il meglio che ha negli ultimi anni della sua carriera. Livelli che qualche anno fa sembravano straordinari, ma quando il tuo straordinario lo mantieni, quello diventa il tuo standard. Scola, capitano della Nazionale pallacanestro, una volta mi ha detto: ‘Non raccontarmi la tua notte di gloria, raccontami il tuo standard’. Lo standard del Papu è immenso, sono felice e lui rappresenta questo. Ricordiamo che è argentino ma è più bergamasco dei tifosi, una persona che vive la città, si dimostra disponibile per il suo club, ha avuto offerte ma è sempre rimasto, sono felice che stia facendo la storia dell’Atalanta. Se lo facesse in Nazionale, sarebbe meglio”.

Lautaro è il presente e futuro dell’Inter e della Nazionale: questo ragazzo è sulla strada giusta? Cosa ti aspetti?

“Lo è di sicuro. Ha dimostrato che non è una serata, sta avendo una continuità importante. Lui è un attaccante dell’Inter, una delle migliori al mondo, è il titolare della Nazionale ed è stato uno dei più ambiti nel mercato. Sta dimostrando continuità, ha uno standard alto e mi auguro che faccia altri passi in avanti. Anche i migliori hanno margini per fare passi in avanti, vedo che ha la mentalità di fare qualcosa in più e questo lo porterà a livelli che non sappiamo e spero che lui non si ponga un tetto, sta facendo cose bellissime”.

Quanto hai creduto che Messi potesse venire all’Inter?

“Il mercato lo vivo, guardo come sono finite le squadre l’ultimo giorno di mercato e penso alle scelte fatte dalle società. Non ho vissuto Messi come possibilità o no, non so quanto sia vero quanto leggo o ascolto, la realtà dice che Messi è lì e molto motivato, è motivato di giocare nella Nazionale e per me basta e mi rende felice come ammiratore di calcio”.

Messi è felice a Barcellona?

“Non posso saperlo, Barcellona è casa sua ma non posso sapere quanto sia felice”.

Momento delicato causa Covid-19: come si deve comportare il calcio?

“Non lo so. Mi sembra difficile fare delle riflessioni quando non fai parte di chi decide. Mi auguro che questo possa finire, non solo nel calcio, questo è ciò che vogliamo tutti, tornare ad abbracciarci, vedere amici senza limiti né mascherine. Il calcio è una parte, a volte pensiamo sia la più importante al mondo ma ora ci sono cose più importanti”.

(Fonte: FCINTER1908.IT, dall’inviata Sabine Bertagna)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy