Inter, da Lautaro a De Vrij: quasi tutti i rinnovi in stand by, ecco perché. Bastoni l’eccezione

Ecco il punto secondo il Corriere dello Sport

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“L’Inter ha messo in stand by i rinnovi dei contratti di (quasi) tutti i suoi giocatori. Per il momento non sono previste fumate bianche o annunci e la parola d’ordine, sia in viale della Liberazione sia ad Appiano Gentile, è una: testa al campo e ai risultati dopo i soli 3 successi nelle prime 10 gare ufficiali”.

Apre così l’articolo del Corriere dello Sport in merito allo stop delle trattative per i rinnovi contrattuali di giocatori come Lautaro, D’Ambrosio e De Vrij. “Negoziare rinnovi adesso espone i calciatori a un potenziale triplice rischio: 1) distrae chi sta trattando il nuovo accordo; 2) lo fa sentire “appagato” in caso di prolungamento; 3) crea all’interno dello spogliatoio malcontento tra coloro che non hanno lo stesso trattamento. In più c’è un bilancio in sofferenza perché privato di diversi ricavi…”, commenta il quotidiano.

Getty Images

BASTONI – Se la società ha messo in stand by alcuni rinnovi, dall’altro lato la dirigenza nerazzurra è sempre attiva e i contatti con gli agenti sono frequenti. L’esempio è Bastoni, il quale è legato all’Inter da un contratto firmato nel 2018 e valido fino al 2023 con uno stipendio inferiore a 1 mln di euro (900mila fissi più bonus): l’Inter ha incontrato l’agente e l’obiettivo comune è di prolungare fino al 2025, raddoppiando lo stipendio. “Può darsi che questa sia l’unica operazione che sarà chiusa prima della prossima primavera-estate”, ammette il CorSport.

Getty Images

LAUTAROAppare più delicata, invece, la situazione legata a Lautaro Martinez: anche l’argentino ha un contratto sino al 2023 ma attualmente percepisce 2,4 mln di euro annui. L’ultima riunione con gli agenti è di due mesi fa e nelle prossime settimane Yaque e Zarate sono attesi in Italia per fare il punto. L’affaire Martinez è più difficile da risolvere rispetto al ‘caso’ Bastoni. L’argentino ha una clausola da 111 mln ma anche l’ingaggio al momento è un tema di discussione, in quanto Lautaro vorrebbe di più rispetto al doppio (5 mln) che ha in mente l’Inter.

GLI ALTRI CASI – Bastoni, Lautaro ma non solo: l’Inter ha deciso di rinnovare il contratto di D’Ambrosio – c’è un’opzione unilaterale per il rinnovo esercitabile entro gennaio – mentre a Barella è stata fatta la promessa di ritoccare l’ingaggio in estate, senza fretta nonostante la manifestazione d’interesse del Barcellona. Anche per De Vrij (scadenza 2023) non ci sono accelerate ma Raiola, agente del giocatore, ha già iniziato a sondare il terreno. Per Young, Padelli e Ranocchia, tutti in scadenza, il discorso sarà rinviato al termine del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy