Inter, avanti con i compiti a casa. Pintus inflessibile: tenere il più possibile la forma fisica

Inter, avanti con i compiti a casa. Pintus inflessibile: tenere il più possibile la forma fisica

Il preparatore atletico dell’Inter insieme a Conte vuole che i giocatori si allenino due ore al giorno a casa in modo da ripartire forte

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Finita la quarantena, i giocatori dell’Inter possono uscire di casa per i bisogni necessari. Ovviamente dovranno farlo utilizzando mascherina e guanti. Il club nerazzurro ha concesso agli stranieri di poter rientrare nel loro paese, Brozovic e Handanovic sono partiti.

Nonostante la fine della quarantena, la quotidianità non cambierà granché, anche perché non è possibile fare previsioni sulla riapertura di Appiano Gentile. “Nel centro sportivo continuano a vivere Christian Eriksen e alcuni componenti dello staff di Conte, per il ritorno degli altri i tempi non sono ancora maturi: l’Inter è sempre stata in prima fila sulla tutela della salute dei giocatori, la strada intrapresa dal club non cambia. Per tutti, quindi, continuano i compiti a casa decisi da Conte in vista dell’isolamento obbligatorio. Nella speranza che la stagione possa ricominciare, l’obiettivo dello staff nerazzurro – in prima fila il preparatore Antonio Pintus – è tenere quanto più possibile la forma, lavorando due ore al giorno con la cyclette o il tapis roulant, con gli elastici e il lavoro aerobico, senza pesi. Così l’Inter spera di rimettersi in moto con più facilità”, spiega La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy